cassette pesce
GEAPRESS – Una ventina di cassette in polistirolo colme di pesce, sono state abbandonate a lato della strada sterrata che dal ponte di via Messina Marine, sul fiume Oreto, conduce a mare.

Una piccola discarica, tra le altre, che contraddistingue la zona ove sono stati riposti le grandi tubazioni della nuova rete fognaria. Il pesce, probabilmente rimasto invenduto nel corso delle recenti festività, sta marcendo al sole. Uno spreco nello spreco che testimonia la razzia del mare indiscriminatamente depredato dei suoi abitanti ai quali, evidentemente, è riservato un destino in violazione delle più elementari norma igienico sanitarie.

Nella città di Palermo, poi, il pesce viene prelevato finanche in area portuale, come nel caso del canale di entrata al porto contraddistinto da tanti barchini di diportisti che, tra le grandi navi in transito, calano  le reti in uno specchio d’acqua evidentemente inquinato. Uno scenario squallido come dimostra, tra l’altro, l’incredibile abbandono a lato del fiume Oreto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati