corsa clandestina
GEAPRESS  – Si è svolta ieri mattina intorno alle 6.40 nel tratto della tangenziale compreso tra via Oreto e Ponte Corleone, una corsa clandestina di cavalli.

Due calessi, lanciati alla corsa nell’ippodromo clandestino più famoso di Palermo. Nei giorni immediatamente antecedenti, i cavalli vengono fatti allenare, senza paura di bloccare o rallentare il traffico veicolare. Incredibilmente il quotidiano online BlogSicilia aveva pochi giorni addietro documentato uno di questi allenamenti (vedi articolo).  Due calessi del tipo utilizzati nelle corse. Il quotidiano aveva anticipato il probabile giorno della competizione che, infatti, si è svolta ieri mattina alle 6.40. La notizia è pervenuta da fonte certa.

La carreggiata in direzione Trapani è stata bloccata da una barriera di scooter ed auto fino al traguardo di  Ponte Corleone. Al sicuro, da qualche parte, sarà poi avvenuta la distribuzione delle somme scommesse. Il Codice della Strada, per quanto assurdo possa sembrare, non vieta la presenza di calessi (neanche di quelli tipo corsa) nelle strade cittadine ivi comprese quelle ad alta frequentazione come nel caso della circonvallazione. Per potere intervenire occorre che vi sia in atto la competizione, come quella avvenuta ieri mattina in un orario tipico, ovvero il cambio delle pattuglie di servizio in città.

Palermo continua a possede numerose stalle in pieno centro urbano adibite alla detenzione dei cavalli. Si tratta spesso di monolocali, tipo garage condominiali, adattati ad ospitare spesso in condizioni pessime,  singoli quadrupedi.  In più occasioni, nel corso delle competizioni clandestine, si è dovuta registrare la morte di cavalli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati