GEAPRESS – E’ morto il cucciolo di cane che sarebbe stato rinvenuto l’altro ieri mattina all’interno di una ciotola dell’acqua del canile municipale di Palermo.  Il piccolo cane (nella foto), stante la denuncia degli animalisti, era stato raccolto all’interno della ciotola colma d’acqua assieme ai suoi fratellini (vedi articolo GeaPress).

Una disattenzione, per i volontari, forse conseguente al numero di operatori non all’altezza di tutte le incombenze della struttura palermitana. Gli animali erano stati ricoverati in un clinica veterinaria privata ed anche il piccolo ora deceduto, sebbene ipotermico, sembrava fuori pericolo di vita. Stanotte, invece, le condizioni sono peggiorate e non c’è stato niente da fare.

Sembra che il cucciolo fosse comunque affetto da ipoglicemia e per questo sarebbe stata forse consigliabile una alimentazione particolare. Un problema aggiunto, quello della gestione dei cuccioli, per una struttura che non smette di essere al centro di problemi.

Di certo non il luogo ideale per animali così piccoli che devono in qualche maniera condividere lo stesso ambiente dove sono detenuti gli altri cani del canile municipale di Palermo.

L’ultimo problema sollevato dai volontari riguarderebbe un cane, a quanto pare con vistose piaghe da decubito ed afflitto da crisi epilettiche. Non c’è spazio e deve così essere detenuto in quelle condizioni, assieme ad altri animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati