GEAPRESS – Tra i Comuni di Codevigo (PD) e la Laguna Medio Inferiore di Venezia. Valle Millecampi, spiega in una sua nota la LIPU di Padova, è un’area naturalistica di notevolissimo valore. Sito di Interesse Comunitario e Zona di Protezione Speciale. Questo in base alle disposizioni comunitarie. La Regione Veneto, poi, ha deciso già da tempo di elevarla ad Oasi naturalistica di protezione della fauna e della flora. Per il Ministero dell’Ambiente è inoltre area da tutelare in base alla Convenzione di Ramsar. Oasi di protezione, anche per la Provincia di Padova. Ed invece a Millecampi l’Oasi esiste solo in un’area limitata ed addentrata tra i coltivi. . Due terzi della superficie, denuncia la LIPU di Padova, sono infatti cacciabili.

Canali, barene ed ampie superfici a canneto. Ambienti bellissimi che però, sempre secondo la LIPU, si sarebbero svuotati degli uccelli svernanti.  Questo a causa della massiccia presenza dei capanni di caccia. Sarebbero addirittura disposti in 2-3 file tra la terra e l’acqua. Proprio nel bel mezzo dell’importante ambiente di transizione tra la terra e il mare. Splendidi scenari colorati, che vengono contraddistinti, però, dai colpi di arma da fuoco.

Per la LIPU una vera e propria linea di fuoco oltre la quale le numerose anatre e gli uccelli in migrazione, difficilmente riescono ad andare.

Nel corso di un recente sopralluogo, Millecampi è stata osservata in un evidente degrado (vedi fotogallery). Immondizie portate dal mare ma anche, in corrispondenza dei capanni di caccia, i bossoli lasciati in terra. “Tanti, tantissimi e impattanti – sottolineano alla LIPU – bossoli che i cacciatori dovrebbero per legge raccogliere, ma che invece stavano a testimoniare l’entità del fenomeno caccia

La LIPU ha ora richiesto un nuovo Piano Faunistico Venatorio provinciale, proponendo di invertire la zona ad Oasi con quella attualmente cacciabile. In tal maniera, riferiscono gli ambientalisti, si avrebbe una maggiore tranquillità per la fauna.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: