pol prov pd
GEAPRESS – Alla sala operativa della Polizia Provinciale le richieste di intervento, oltre che dal capaluogo, sono porvenete anche da Cittadella a Casale di Scodosia e da Conselve a Lozzo Atestino. Ad essere recupati un’upupa, un airone, sei tartarughe, un piccione viaggiatore, una gazza, un cardellino, una civetta, una piccola volpe, una rondine e 4 falchi Gheppo.

Ogni intervento – spiega l’assessore alla Polizia Provinciale Enrico Pavanetto – ha una storia a se stante. Uno dei falchi è stato recuperato da Padre Federico Lauretta dei Frati della basilica di Santa Giustina di Padova che si è adoperato per portare l’esemplare presso il nostro Comando. Le sei tartarughe, invece, sono state abbandonate da ignoti davanti all’abitazione di una dipendente del Comune di Grantorto, mentre all’upupa ferita è stato necessario un intervento per impiantare un chiodo in titanio affinchè l’animale potesse riprendere a volare”. L’intervento di chirurgia è stato eseguito dal medico veterinario Marco Bedin di Monselice. Anche il recupero dell’airone debilitato è stato impegnativo perché l’esemplare per difendersi usa il lungo becco appuntito.

Tutti gli animali recuperati – ha riferito il comandante della Polizia Provinciale Cino Augusto Cecchini – sono stati affidati alle cure dei medici veterinari dei centri di recupero convenzionati e, dopo un periodo di riabilitazione, saranno rimessi in libertà.  Stiamo svolgendo le opportune indagini per cercare di individuare il soggetto che ha sparato all’esemplare di gheppio. Il veterinario Ferdinando Zanin ha sottoposto il rapace ad esame radiografico verificando, tra l’altro, la presenza di alcuni pallini nel corpo e nell’ala del volatile recuperato.”

Secondo l’Assessore Pavanetto “l’attività svolta dagli agenti è un chiaro segnale del funzionamento di un servizio reso alla cittadinanza che si rivela anche uno strumento per la tutela della natura. La collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato sta prendendo sempre più forma, ciò significa che sul territorio abbiamo uomini professionalmente preparati che operano in sinergia tra loro. Il contrasto del bracconaggio rappresenta per noi tutti una priorità, per salvaguardare il patrimonio faunistico”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati