cane denutrito
GEAPRESS – Un cane che, ad avviso delle Guardie Zoofile dell’E.N.P.A. di Padova, era ridotto “pelle ed ossa”. L’intervento ed il conseguente sequestro  è maturato in una località della provincia lo scorso 24 gennaio. Ad indirizzare le Guardie era stata una segnalazione pervenuta alla LAC (Lega Abolizione Caccia).

Il proprietario della giovane cagnolina meticcia, dovrà ora rispondere dell’accusa di maltrattamento di animali. Secondo Riccardo Crepaldi, Capo Nucleo Guardie Zoofile E.N.P.A. Padova, “un comportamento come quello che abbiamo interrotto non abbia alcuna giustificazione“. Secondo l’ENPA, infatti, si trattava di una situazione che sarebbe stata in corso da mesi.

Siamo rimasti impressionati – prosegue Crepaldi – da come il cane si è avventato sul cibo non appena gli è stato fornito. Più che mangiare il cane ha ingurgitato”.

Un ringraziamento speciale va ai volontari della L.A.C. che con la loro segnalazione ci hanno permesso di intervenire in tempo utile per salvare l’animale. Ora la cagnetta è nelle mani di un custode benevolo e premuroso che provvederà alla sua riabilitazione.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati