Interramento in tempi brevissimi. Questo quanto disposto dal Sindaco di Orte (VT) Dino Primieri, a seguito del rinvenimento di numerosi animali morti conseguenti allo straripamento del Tevere. Il fiume è esondato lo scorso 12 novembre, ma al ritiro delle acque, la situazione è apparsa subito grave. A morire non solo bovini, galline, ovini e conigli ma anche cani. In modo particolare una trentina di cani sarebbero rimasti intrappolati nelle gabbie di un allevamento travolto dal Tevere in piena.

Ieri la decisione. Bisogna provvedere subito al seppellimento, in deroga alle normative vigenti. Così riporta l’Ordinanza numero 103 firmata dal Sindaco. L’interramento in loco dovrà avvenire in zone prive di falda acquifera e con fossa provvista di strato impermeabile e cospargimento di calce. L’area verrà delimitata.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati