motovedetta guardia costiera
GEAPRESS – Intervento dei militari della motovedetta CP 2101 della Capitaneria di Porto di Oristano che, nella mattinata di oggi, hanno provveduto a bloccare l’attività di due subacquei professionisti, forniti di imbarcazioni d’appoggio, intenti nella pesca subacquea professionale di ricci di mare.

L’operazione è scaturita nel corso di un normale servizio di pattugliamento all’interno del Golfo di Oristano, finalizzato al controllo del regolare svolgimento delle attività di pesca.  I due subaquei sono stati rintracciati all’interno dello specchio acqueo permanentemente interdetto del Poligono militare di Capo Frasca (giusta ordinanza n. 02/2005 del 17.02.2005).

Dopo aver generalizzato i trasgressori, provenienti dal Sulcis Iglesiente e dal Cagliaritano, i militari hanno proceduto a sequestrare un totale di circa 6000 ricci di mare, e ad elevare le previste sanzioni amministrative, per un totale di  8000 euro.

I ricci sequestrati, essendo ancora vivi, sono stati rigettati a mare dal personale della Capitaneria di Porto.

Il contrasto della pesca abusiva, riferisce la nota della Capitaneria di Porto, si inserisce nell’ambito della più ampia attività istituzionale di controllo della filiera della pesca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati