cagnetta oristano
GEAPRESS – Una cagnolina centrata al cuore e due gatti feriti nel giro di pochi giorni (vedi articolo GeaPress). La Lega Nazionale per la Difesa del Cane informa ora di avere sporto denuncia alle autorità e chiede la collaborazione dei cittadini per risalire al colpevole di questi terribili atti di crudeltà.

Eva (nella foto della Clinica Veterinaria Duemari), riporta la Lega Difesa del Cane, era una dolce e simpatica cagnolina conosciuta da tutti a Tramatza, in provincia di Oristano. Era molto socievole e ben vista dalla maggior parte degli abitanti tranne, evidentemente, a chi ha deciso di ucciderla senza pietà. La piccola Eva è stata centrata da un colpo di carabina ad aria compressa all’altezza del collo e il proiettile è arrivato fino al cuore. Il soccorso immediato prestato dai medici della Clinica veterinaria Duemari purtroppo è stato inutile e la cagnetta è morta.

La stessa clinica, nei giorni precedenti, ha inoltre curato due gatti anch’essi colpiti da colpi di carabina ad aria compressa ma fortunatamente meno gravi. La situazione, secondo l’associazione, sembra  rendere palese la presenza di un individuo decisamente pericoloso nella zona che si “diverte” a usare come bersaglio cani e gatti. Un individuo che va rintracciato e fermato anche perché, come evidenziato da diversi studi internazionali e recentemente dall’FBI negli USA, questo genere di violenza verso gli animali è una sorta di “palestra” per passare poi alla violenza sugli altri esseri umani.

Queste notizie mi riempiono di tristezza e di preoccupazione. È importante che chiunque sappia qualcosa di utile per le indagini lo comunichi ai Carabinieri, oppure ci contatti anche in forma anonima allo 02 26116502, affinché queste persone vengano fermate e assicurate alla giustizia. Lega Nazionale per la Difesa del Cane vuole dare un nome, un cognome e una pena esemplare a chi ha commesso questo vile atto. Chi si macchia di questi crimini è capace di qualsiasi cosa e non possiamo permettere che vada ancora in giro a sparare ad altri poveri animali innocenti o che addirittura inizi a prendere di mira altre persone” – commenta Piera Rosati, Presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

LNDC sporgerà denuncia contro ignoti per seguire più da vicino la vicenda e chiede la collaborazione di tutti i cittadini che possano dare informazioni nella speranza che le indagini aiutino a risalire agli autori di questo gesto ignobile e vigliacco, assicurandoli alla giustizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati