cane vr
GEAPRESS – Era stato sequestrato dal Corpo Forestale su denuncia della LAV di Verona a Colognola ai Colli. Le accuse erano quelle di maltrattamento di animali. Gli Agenti del NIPAF, riscontrati gli estremi del sequestro avevano provveduto ad affidarlo alla stessa LAV di Verona.

I volontari avevano provveduto alle prime cure ed avvolgerlo di coccole e attenzioni per fargli dimenticare il suo misero passato. Secondo quanto riportato dalla LAV veronese Oliver, questo il nome dato al cagnolino, da circa due anni sarebbe stato tenuto legato ad una roulotte abitata da cittadini stranieri. Qui le percosse inflitte dopo bevute di alcol. Il tutto sotto gli occhi dei vicini di casa che non osavano denunciare per timore di ritorsioni.

Oggi il piccoletto è stato accolto da una famiglia di Quinto che è entusiasta di lui: ubbidiente, affettuoso, allegro, sempre alla ricerca del gioco con Cuba, la nera labrador di casa. E i due cani hanno a disposizione anche un enorme giardino recintato da esplorare e percorrere abbaiando in totale libertà.

In attesa dell’auspicata confisca, la LAV di Verona si rallegra per la nuova vita di Oliver.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati