Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Olbia, nel corso di alcuni controlli sul commercio ittico, hanno individuato circa 100 kg di mitili che sull’etichetta riportavano una data di confezionamento corrispondente a quella del giorno successivo al controllo stesso, in tale modo palesandosi l’evidenza della frode.

Il pescato è stato sottoposto a sequestro ed ora si cercherà di comprendere, anche, se sussista la corrispondenza sull’origine di tali mitili e quale destinazione avessero, ivi compresa l’ipotesi dell’eventuale vendita a ristoranti locali. Due persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria.