scleractinia corallo
GEAPRESS – Sequestro di corallo nel corso dello svolgimento delle attività di controllo passeggeri, mirate alla repressione dei traffici illeciti di specie protette dalla Convenzione di Washington.

In tal maniera i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Sassari in servizio presso l’Aeroporto di Olbia “Costa Smeralda”, in collaborazione con gli agenti del Corpo Forestale dello Stato – Nucleo Operativo CITES, hanno sottoposto a sequestro quattro rami di corallo, rientranti nell’ordine della “scleractinia spp”.

Il corallo è stato rinvenuto all’interno di un bagaglio smarrito da un passeggero di nazionalità filippina, giunto ad Olbia alcuni giorni prima. Il collo, proveniente da Manila, era stato oggetto di segnalazione da parte dei funzionari doganali in servizio presso lo scalo di Roma-Fiumicino.

Al trasgressore è stata contestata la violazione dell’art. 2, comma 3, della legge 150/1992 (Disciplina dei reati relativi all’applicazione in Italia della convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione).
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati