cervo coda bianca
GEAPRESS – E’ stato condannato a 21 mesi di carcere e a pagare una multa di 125.000 dollari, per aver violato il Lacey Act, la legge che protegge la fauna selvatica negli Stati Uniti.

Il figlio, invece, è stato condannato a quattro mesi di arresti domiciliari e tre anni di libertà vigilata.

Secondo quanto riportato dal Tribunale con sede dell’Ohio, i due avrebbero contrabbandato cervi dalla coda bianca. Spedizioni di animali in violazione delle leggi sanitarie statunitensi che avvenivano da uno Stato all’altro. Le spedizioni erano destinate ad aree di caccia, ove le teste dei poveri animali sarebbero state vendute come trofei. Il costo per ogni cacciatore variava in funzione dei servizi offerti, da un minimo di 1000 ad un massimo di 50.000 dollari. Le teste sarebbero così finite in Florida (da dove peraltro sembrano essere stati trasportati alcuni animali) in Michigan, Alabama e Virginia.

Il Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti, la speciale Agenzia Federale che si occupa del rispetto di tale legislazione, ricorda come la Lacey Act punisce severamente chi, senza i necessari permessi, importa, esporta, trasporta, vende o acquista fauna selvatica. Questo anche relativamente alla fauna esotica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati