sea shepherd
GEAPRESS – Sono stati bloccati dalla marina militare Neozelandese, due motopesca scoperti a prelevare l’austromerluzzo senza le necessarie autorizzazioni. Ne da comunicazione Sea Shepherd, impegnata in questi giorni nei mari australi per contrastare la pesca abusiva.

Sea Shepherd è presente nei mari australi con due sue navi, la Bob Barker e la Sam Simon.  La prima è impegnata a dare la caccia ad un motopesca battente bandiera nigeriana, mentre alla Sam Simon è toccato recuperare i ben 25 chilometri di rete abbandonati in mare dalla motopesca in fuga.

L’austromerluzzo (altresì detto branzino cileno) è un predatore molto importante per il delicato ecosistema antartide. La sua pesca è contingentata oltre che praticabile solo per alcuni paesi. La scarsità dei controlli in quei mari, determina però una facile azione dei bracconieri di mare. L’intervento della marine Neozelandese, oltre che delle stesse navi di Sea Shepherd, costituisce un aiuto importante per la salvaguardia degli ecosistemi marini.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati