Non ha sosta l’attività di contrasto della pesca di frodo messa in atto dai Carabinieri della Motovedetta cc 250, che già nei giorni scorsi avevano bloccato due motopesca nelle acque aeroportuali (vedi articolo GeaPress). Questa volta ad essere fermato è stato un palermitano di 38 anni che effettuava pesca subacquea a Cinisi (Pa), località Punta Raisi,  nello specchio  di mare antistante la locale zona aeroportuale, area interdetta a tale attività secondo la giusta ordinanza  della Capitaneria  di Porto di  Terrasini nr. 1/94 del 26 gennaio 1994. I militari hanno sottoposto a sequestro un retino da pesca e uno polipo di circa 400 grammi. All’uomo è stata elevata, altresì,  la sanzione amministrativa di euro 2.000 (duemila) in quanto sprovvisto del  pallone segna sub.