pivieressa
GEAPRESS – Vittima anch’essa degli attressi di pesca. Micidiali, secondo l’ENPA di Savona che ricorda il lungo elenco di gabbiani, aironi e colombi, feriti dagli arnesi  perduti o abbandonati lungo la costa.

A rimetterci le penne è stata in ultimo una Pivieressa, uccello limicolo non molto comune, che era stato ritrovato lungo la spiaggia di Noli (SV). L’ala del malcapitato volatile era rimasta lacerata proprio da un’esca  artificiale munita di numerosi ami.  In assenza del servizio obbligatorio che dovrebbe organizzare la Provincia, riferisce nel suo comunicato l’ENPA di Savona, la Pivieressa era  stata soccorsa  dai volontari della Protezione Animali  savonese. Purtroppo le cure prestate tempestivamente non sono riuscite a salvarla.

Relativamente raro in Italia, questo volatile acquatico transita per la lunghissima migrazione. Circa 8.000 chilometri, che effettua annualmente dalla  Russia al Sudafrica. Anche un altro esemplare, raccolto il mese scorso alla foce del Centa dall’ENPA, non è sopravvissuto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati