I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico  di Catanzaro e della Compagnia di Rossano hanno sequestrato la discarica di Rossano, in località Bucita, di pertinenza dell’impianto di trattamento di rifiuti gestito dalla società “T.E.C. S.p.A. – Termo Energia Calabria”, adibito al conferimento di rifiuti speciali non pericolosi, provenienti da numerosi comuni della provincia  di Cosenza.

I carabinieri del NOE, nel corso  degli accertamenti e sopralluoghi eseguiti  presso l’impianto della TEC S.P.A. ,  hanno riscontrato che i reflui industriali venivano smaltiti nei terreni  agricoli circostanti, mentre i rifiuti speciali non pericolosi venivano stoccati in assenza della prescritta autorizzazione e in violazione all’autorizzazione integrale ambientale (A.I.A.).

I militari hanno proceduto al sequestro in esecuzione al decreto emesso dal G.I.P. del Tribunale di Rossano, su richiesta della locale Procura della Repubblica (Procuratore Leonardo Leone De Castris e P.M. Maria Vallefuoco).