tigre sumatra
GEAPRESS – La polizia del Nepal ha arrestato cinque persone trovate in possesso di una pelle e quattro denti di tigre. I fatti, occorsi mercoledì scorso, sono avvenuti a Kathmandu, la capitale del Nepal. Secondo le informazioni fornite dalla stessa polizia, i cinque provenivano da Mandikhatar, poco a nord della stessa capitale.

I bracconieri avevano ancora in corso la vendita del materiale ora sequestrato, ma non è ancora chiara  la destinazione finale. Il Nepal, infatti, si trova in un fitto crocevia di traffici illeciti riguardandi la fauna selvatica, tra l’India e la Cina. In particolare dal primo paese provengono parti di animali tra i quali le ossa di felini come la tigre ed il leopardo. In Cina, infatti, sono molto richiesti dalla medicina tradizionale.

Il Nepal ha dimostrato di collaborare fattivamente con gli organismi internazionali specializzati nella repressione di questi traffici. Recentemente, nei confronti di un bracconiere di questo paese, l’Interpol ha emesso un Red Notice. La richiesta, avanzata dal Nepal, viene poi seguita dall’Interpol. Il Red Notice, non è un  mandato di cattura internazionale ma l’Interpol si impegna ad assistere le forze di polizia del paese interessato alla cattura del criminale. Questo al fine di individuarlo nella prospettiva di un arresto e successiva estradizione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati