cardellino I
GEAPRESS – In un giardinetto condominiale del quartiere napoletano di Barra. Questo l’incredibile luogo che era stato segnalato alle Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF, nucleo della provincia di Napoli.

Le Guardie, coordinate da Bruno Cajano, si sono così recate in una via del Quartiere di Barra dove, in un condominio, è stato scoperta l’impianto che, ad avviso del WWF, veniva regolarmente utilizzato per portare a compimento il reato di uccellagione. In particolare veniva notava una corda che da una pertinenza privata giungeva fino ai giardinetti pubblici del condominio. Qui, posta per terra, c’era una caratteristica rete da uccellagione, comandata a distanza dalla corda.

Constata la situazione le Guardie Giurate del WWF hanno chiamato la Polizia di Stato. Si è così proceduto al sequestro delle reti e di tutti gli altri strumenti illegali ivi trovati.

Le Guardie del WWF sottolineano come la pratica del prelievo di uccelli, in particolare Cardellini, è vietata dalle normative sia nazionali che internazionali. Il perdurare del fenomeno viene imputato al considerevole giro di denaro che proviene da un florido mercato nero di fauna protetta.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati