uccelagioni
GEAPRESS – Blitz, nalla giornata di ieri, del Corpo Forestale dello Stato nell’area vesuviana. Un’operazione antibracconaggio in località Passanti-Flocco nel Comune di Boscoreale dove gli agenti del Corpo Forestale sono riusciti a denunciare una persona che, mediante l’installazione di una rete delle dimensioni di oltre 20 metri e con l’ausilio di richiami vietati, catturava quaglie e cardellini.

L’intervento, maturato a seguito di lunghi appostamenti, ha portato alla denuncia all’autorità giudiziaria con sequestro di tutto quanto rinvenuto dal CFS.

I controlli, sono scattati, alle prime luci dell’alba, a seguito di mirati servizi antibracconaggio in tutta l’area vesuviana, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati ambientali. Gli animali detenuti e catturati illegalmente sono stati tutti liberati all’interno dell’Area protetta del Parco Nazionale del Vesuvio.

Il Corpo Forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare al numero di emergenza ambientale 1515 i reati in danno agli animali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati