pastore tedesco
GEAPRESS – Pastore tedesco nell’autostrata A30 nei pressi di Napoli. Ad accorgersi del cane che transitava pericolosamente nella carreggiata sono state le Guardie Zoofile ENPA di Napoli le quali, dopo aver messo l’animale in sicurezza, hanno provveduto a contattare la centrale operativa della società gestrice  che ha girato la segnalazione all’ufficio preposto al recupero degli animali in autostrada. Il cane è stato così prelevato ed immediatamente dopo rifocillato e visitato.

Si dovrà ora accertare se il grosso cane era provvisto di microchip e nel caso potere così risalire al proprietario.

Appena due giorni addietro, un  altro intervento era stato invece compiuto dalle Guardie ENPA congiuntamente al Garante dei Diritti degli Animali Stella Gervasio. Un cane, forse un incorcio di cane lupo cecoslovacco, rinchiuso in un cantiere ormai dismesso. Nell’impossibilità di potere rintracciare il proprietario, i tentativi di recupero si sono protratti fino alla mattinata successiva quando, grazie anche all’aiuto della Polizia Ferroviaria, è stato possibile prelevare il cane. L’ENPA fa presente che l’abbandono di animali  è un reato contravvenzionale di cui deve rispondere chiunque abbandoni animali domestici o che abbiano acquisito abitudini alla cattività e che, quindi, non potrebbero sopravvivere autonomamente senza l’aiuto dell’uomo.

Sempre secondo l’ENPA sarebbero almeno 5000 i cani che nel solo intervallo di tempo compreso tra giugno e settembre, vengono avvistati vaganti nelle autostrade italiane.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati