balestruccio
GEAPRESS – Nidiacei morti  e rinvenuti in terra. Poi i segni, in alcuni edifici,  della distruzione dei nidi. Un palazzo è pure di proprietà comunale.

A denunciare il tutto è l’ENPA di Savona che, in suo comunicato, rileva come i fatti siano stati accertati a seguito delle segnalazioni dei volontari di Murialdo, dove sarebbe avvenuto lo scempio

Si tratta in particolare dei nidi di balestruccio. Un piccolo Irundide che si ciba di insetti ed è quindi utilissimo, sottolinea la Protezione Animale, per l’equilibrio naturale oltre che per contrastare la veicolazione delle zanzare. “C’è qualcuno che non sa che è vietato distruggere i nidi degli uccelli – afferma l’ENPA di Savona –  soprattutto quando, come in questa stagione, dentro vi sono i piccoli accuditi dai genitori

L’ENPA ha pertanto chiesto al Comune di rendere noto a tutti che la legge sulla caccia ed il Codice Penale prevedono per i trasgressori apposite sanzioni. Le Guardie Zoofile volontarie dell’associazione  hanno iniziato i controlli per verificare il rispetto delle norme.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati