GEAPRESS – La polizia del Mozambico ha annunciato l’altro ieri l’arresto di un uomo sorpreso mentre stava cercando di vendere un grosso quantitativo di corni di rinoceronte ad un acquirente cinese che è poi riuscito a fuggire. L’arresto è avvenuto nella provincia settentrionale di Niassa.

Il venditore era a quanto pare in possesso di ben otto corni di rinoceronte. In totale circa 20 chilogrammi che avrebbero potuto rendere, una volta esportati nel sud est asiatico, fino ad un milione e trecentomila dollari.

Ignota l’area di provenienza anche se, come è noto, molti bracconieri del Mozambico sconfinano frequentemente in Sud Africa, specie nelle aree tutelate del Kruger National Park.

Non è la prima volta che in Mozambico vengono arrestati cittadini orientali implicati nel contrabbando di corni di rinoceronte. Tre vietnamiti, ad esempio, sono stati arrestati nel 2012. Poi, all’inizio di quest’anno, un giovane vietnamita venne arrestato nel suo paese perché trovato in possesso di sei corni di rinoceronte. Provenivano proprio dal Mozambico (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati