pastore tedesco II
GEAPRESS – Intervento, nella mattinata di ieri, dei Carabinieri della Compagnia di Desio (MB) che hanno tratto in arresto un cittadino di origine non italiana a quanto sembra già noto per episodi di piccolo spaccio.

L’uomo viene ritenuto responsabile della detenzione di una pistola clandestina, di armi bianche, nonché delle lesioni personali procurate ad un connazionale anch’esso noto per reati legati agli stupefacenti.

L’arresto è avvenuto a conclusione delle indagini avviate la sera del 2 agosto, quando il secondo soggetto si era presentato al pronto soccorso dell’Ospedale “San Gerardo” di Monza, con vistose escoriazioni ed un morso al braccio sinistro. Le verifiche condotte dai militari hanno così portato ad una prima ricostruzioni dei fatti secondo la quale le lesioni sarebbero state causate da un cane, aizzato dall’arrestato contro la vittima. Il tutto all’apice di una lite scaturita da futili motivi, occorsa nei pressi.

Le immediate ricerche del presunto aggressore condotte dai Carabinieri della Stazione di Lissone hanno poi consentito di rintracciarlo presso un’abitazione all’interno della quale sono stati rinvenuti e sequestrati un revolver calibro 38 special privo di matricola, con le cartucce nel tamburo, una katana e un pugnale a lama ricurva, occultati all’interno del controsoffitto del soggiorno. Nel corso della perquisizione, gli operanti hanno ritrovato anche il pastore tedesco  protagonista dell’aggressione.

Il padrone del cane è stato condotto presso la Casa circondariale di Monza, mentre l’animale è stato affidato alla Sede E.N.P.A. del capoluogo brianzolo. La pistola sarà sottoposta a verifiche balistiche per verificarne l’eventuale utilizzo in altri eventi di natura criminale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati