SONY DSC
GEAPRESS – Svolgevano attività di caccia con armi alterate ed in periodo di divieto. Lo comunicano i Carabinieri della Compagnia di Baiano (AV), intervenuti nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dei reati venatori.

In tale contesto sono stati deferiti all’ Autorità Giudiziaria tre soggetti, due di Contrada e uno di Avellino, per porto abusivo di arma e perché scoperti nel compimento di attività venatoria fuori dei periodi previsti dalla legge.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Montoro Superiore, unitamente a personale della vigilanza venatoria ittico-ambientale della Federcaccia della provincia di Avellino, sorprendevano le persone, due delle quali in possesso di fucile e nell’atto di imbracciarli, appostati in un fondo agricolo. Secondo i Carabinieri erano probabilmente in attesa dell’arrivo di cinghiali.

I tre, scorti i militari, tentavano di darsi alla fuga con un autoveicolo nella propria disponibilità; i Carabinieri, però, provvedevano poco dopo a bloccarli. Veniva così disposto il sequestro dei fucili che in seguito si riscontravano essere stati alterati mediante la rimozione del riduttore al fine di aumentarne il potenziale offensivo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati