GEAPRESS – Due cacciatori o almeno così sembrava. Due armati  in terreno in gran parte innevato, dunque dove la caccia  è vietata.  Sono stati così individuati, in atteggiamento di caccia, dal personale del Comando Stazione Forestale di  Monte San Giovanni in Sabina, in provincia di Rieti.

Uno dei due era in effetti un cacciatore in regola, solo che non aveva annotato la giornata di caccia nell’apposito tesserino oltre al fatto di esercitare la sua attività in terreno innevato. Non poca sorpresa, riferiscono dalla Forestale, per il secondo presunto cacciatore. L’uomo, infatti, non era in possesso  della regolare licenza di caccia così come del porto di fucile. Arma, però, che stava imbracciando.

Il primo cacciatore, però, dichiarava la proprietà del fucile, cosa in effetti poi verificata dalla Forestale. Il fatto  non ha evitato che venisse contestato il porto abusivo di arma da fuoco. Il fucile, pertanto, è stato posto sotto sequestro.

Della posizione dei due, fermati in località Voltafonte nel Comune di Mompeo, si occupera ora la Procura della Repubblica di Rieti.

I controlli della Forestale si intensificheranno nei prossimi giorni. L’invito, per chi dovesse accorgersi di violazioni in materia venatoria come in campo ambientale, è quello di utilizzare il numero verde del Corpo Forestale dello Stato 1515.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati