lattonzolo I
GEAPRESS – Iniziativa modificata ma con ancora rimostranze da parte animalista. Si tratta della cosiddetta “pesa del maialino” di Montaldo Bormida, in provincia di Alessandria. Era stata duramente criticata (vedi articolo GeaPress ) proprio per l’uso di un piccolo maiale da dare in premio a chi ne avesse indovinato il peso. Il tutto in occasione della locale sagra del tartufo.

Grazie agli interventi della LAV di Alessandria, dell’Enpa di Acqui Terme ed alle mail di protesta pervenute da tutta Italia, gli organizzatori hanno deciso di desistere dall’esibire l’animale, sostituendolo con un fungo finto. Un fatto che senz’altro può essere accolto in maniera positiva. Il suinetto, però, è stato lo stesso aggiudicato.

Un fatto, quest’ultimo, che rinnova la deplorazione di LAV e ENPA. Eventi discutibili, specie se in presenza di bambini. Non più cattivo gusto, sempre ad avviso degli animalisti, ma anche esibizioni diseducative.

Spiace constatare ancora una volta – riporta la LAV di Alessandria –  come gli animali siano considerati oggetti da usare a piacimento dell’uomo. Sarebbe stato molto più utile e positivo per l’organizzazione, effettuare la lotteria offrendo in premio il prodotto protagonista della giornata, ovvero il tartufo e non una maialina viva o macellata“.

L’appello della LAV è ora rivolto a chi ha indovinato il peso. “Se ancora la maialina fosse viva – concludono gli animalisti – chiediamo di volerla donare ad un rifugio dove gli animali vengono rispettati, dando così un esempio positivo a chi l’ha resa merce di scambio“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati