cuccioli monreale
GEAPRESS – “La situazione a Monreale è quella di decine di cani in strada, quindi la protesta è solo all’inizio“. Così riferisce Alessandra Musso, responsabile LIDA di Palermo, dopo che, nella giornata di ieri, gli attivisti animalisti hanno lasciato le stanze del Comune di Monreale. La protesta, messa in campo l’altro ieri (vedi articolo GeaPress ) aveva infatti come oggetto la risoluzione di un problema annoso quale quello del randagismo ma anche l’adeguata sistemazione di dieci cuccioli.

Tutti piccoli animali rinvenuti nel territorio di Monreale, recuperati dagli animalisti. E’ ora intervenuta l’amministrazione comunale provvedendo alla  sistemazione in un canile convenzionato della provincia di Palermo.

Una struttura a norma – riferisce la responsabile animalista – anche se l’immagine del loro trasferimento è tristissima. Nel frattempo, però, i cittadini continuano a segnalarci animali in difficoltà, dunque le motivazioni della protesta rimangono tutte. Per i cuccioli, intanto, occorrono le adozioni. Quelle grate sono insopportabili

Per gli animalisti di UGDA e LIDA, la situazione a Monreale non cambia, dunque quella dei giorni scorsi rappresenta solo l’inizio della protesta.

VEDI VIDEO OCCUPAZIONE ANIMALISTA

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati