drago barbuto
GEAPRESS – Una Pogona vitticeps, meglio conosciuta come Drago barbuto è stato trovato e portato in salvo dal Servizio tutela della fauna e della flora della Città metropolitana di Torino.

Il ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di ieri quando, intorno alle 17, è pervenuta una telefonata che segnalava la presenza di un animale simile a un camaleonte ma di colore arancio. Gli esperti del Servizio tutela fauna e flora hanno in breve tempo recuperato il rettile, ossia il sauro esotico la cui lunghezza, nei soggetti adulti, può raggiungere gli 80 centimetri, mentre i giovani si aggirano sui 20-30 centimetri.

Il soggetto ritrovato potrebbe essere sfuggito ai proprietari o essere stato abbandonato dagli stessi.

Il drago barbuto recuperato dal personale del Servizio tutela fauna e flora verrà portato presso il Canci, Centro animali non convenzionali dell’ospedale veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Torino dove verranno eseguiti gli accertamenti sullo stato di salute e, in caso non fossero rintracciabili i proprietari, sarà ospitato nel rettilario dell’Oasi degli animali di San Sebastiano da Po, centro faunistico convenzionato con la Città metropolitana di Torino

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati