MONALU'
GEAPRESS – Quella di Monalù è una delle storie che, a  distanza di anni, riporta ancora  i postumi dell’abbandono.

Monalù è stata lasciata cinque anni addietro innanzi al cancello del Rifugio Lo Scodinzolo di Palermo. Aveva pochi mesi di vita ma da quel trauma, la povera Monalù, non si è più ripresa. La cagnolina, infatti, si è sempre dimostrata molto timorosa e le attenzioni dei volontari, fin dall’inizio, venivano ricambiate con ringhi e tentativi di mordere.

Monalù voleva stare sola con il suo terrore che sembra, a distanza di anni, ancora stampato negli occhi.

Solo l’amore e la costanza dei volontari, seguiti da un Veterinario specializzato, sono riusciti a recuperare pian piano la fiducia di Monalù che rimane, però, sempre un caso molto problematico. Monalù ha paura del buio e delle ombre ed anche le due volontarie che sono riuscite negli anni a guadagnare la sua fiducia, devono  farsi preannunciare chiamandola dolcemente. Un legame indissolubile, quello che si è creato tra Monalù e le due volontarie che non riescono a lasciarla neanche per pochi giorni. Ogni tentativo di portarla in passeggiata in aree esterne al Rifugio, si è rivelato impossibile. Monalù tira il guinzaglio, e riprendere a ringhiare terrorizzata. Il Rifugio e nessun altro posto, è ormai la sua casa.

Un situazione comunque triste, ma comunque l’unica ancora possibile. A breve, però, tutto questo rischia di venire meno.

La casa di Monalù, rischia di scomparire per sempre. Oltre 4000 euro di spese pregresse, non più derogabili, rischiano di rimpere per sempre l’incanto. Un contenzioso che presenta ora il suo conto su una tavolo già colmo di bollette di spese quotidiane: forniture di acqua ed energia elettrica, spese sanitarie e veterinarie, oltre al mangime in molti casi particolare dal momento in cui buona parte dei 100 cani del Rifugio lo Scodinzolo, sono vecchi e con patologie particolari.

I volontari del Rifugio,  nel caso di chiusura, non saprebbero a chi rivolgersi. Monalù, rappresenta poi un problema cronico, non accettando di fatto ogni altra soluzione.

Per questo i volontari del rifugio Lo Scondinzolo chiedono aiuto.  Per aiutare i cani del Rifugio Lo Scodinzolo, puoi fare una LIBERA DONAZIONE ricordandoti di specificare la causale “per Monalù” e seguire le semplici istruzioni; se lo vorrai, potrai ricevere via mail le novità su Monalù. Oppure, potrai fare una ADOZIONE A DISTANZA. E’ valida un anno e riceverai la scheda di adozione con la foto di Monalù ed in allegato un bellissimo disegno, sempre a tema animali, che potrai scegliere tra quelli resi disponibili. Anche in questo caso, riceverai periodicamente le notizie sul cane che hai scelto di adottare.

Monalù e gli altri ospiti de Lo Scodinzolo, ti ringraziano per quello che potrai fare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati