carresi
GEAPRESS – San Martino in Pensilis e di Ururi. Sono i due noti luoghi dove, in Molise, si svolgono le corse di buoi al carro seguite da cavalieri. Manifestazioni che notoriamente hanno attirato le critiche degli animalisti ma che, con un recente legge regionale, sono state maggiormente tutelate.

A San Martino in Pensilis il 30 aprile e il 3 maggio ad Ururi.

La Questura di Campobasso informa oggi di avere  avviato una serie di attività tecniche ed organizzative, finalizzate a garantire una corretta predisposizione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica.

Ai sopralluoghi lungo gli itinerari hanno preso parte il Questore Pagano ed altri Funzionari della Questura, i Sindaci dei due centri abitati ed i rappresentanti provinciali e locali dell’Arma Carabinieri. Inoltre il Prefetto di Campobasso, Di Menna, ha oggi convocato il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, i cui indirizzi verranno sviluppati in idonei tavoli tecnici.

La Questura di Campobasso, nell’evidenziare il massimo sforzo organizzativo posto unitamente a tutte le parti coinvolte, tiene però  a sottolineare “a tutti coloro che a vario titolo parteciperanno o assisteranno alle manifestazioni, l’invito  all’osservanza delle disposizioni che saranno emanate dalle Autorità competenti, avvertendo che non sarà tollerata alcuna violazione e sarà posta in essere ogni azione sanzionatoria, anche di carattere penale, a carico dei trasgressori. Si confida, pertanto, nel comune senso di responsabilità, anche al fine di preservare la continuità di tale secolare tradizione“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati.