caretta
GEAPRESS – Potrebbe essere definito  fuori dall’ordinario il numero di tartarughe consegnate. Così evidenzia il Centro di recupero di Molfetta dopo la consegna di ben venti esemplari di Caretta caretta ricoverati presso la struttura. In tutto, dall’inizio dell’anno, sono ottanta.

A recuperare gli animali sono state diverse imbarcazioni della marineria biscegliese che ormai da tempo, riporta sempre il Centro, sta mostrando grande sensibilità nei confronti di salvaguardia di questa specie.

Tutte le tartarughe saranno sottoposte alle analisi di routine, grazie alla preziosa collaborazione instaurata tra il Centro di Recupero tartarughe marine di Molfetta e il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari ed in particolar modo con i Proff. Antonio Di Bello e Nicola Zizzo. Fortunatamente molti degli esemplari, dopo le adeguate cure, possono essere liberati. Sono oltre sessanta le tartarughe che da gennaio ad oggi hanno riconquistato il loro habitat.

Alle liberazioni collaborano attivamente i soci del Circolo della Vela di Bisceglie, sempre pronti a mettere a disposizione le proprie imbarcazioni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati