scimmie
GEAPRESS – Novanta parlamentari, hanno chiesto al Rettore dell’Università di Modena di liberare le scimmie macacho ancora detenute negli stabulari.

Ne da comunicazione Animal Amnesty che sabato 28 giugno ha organizzato proprio a Modena una manifestazione per chiedere la liberaizione dei poveri animali.

Secondo gli animalisti le scimmie dello stabulario vengono utilizzate per test invasivi al cervello. La nuova legge sulla sperimentazione vieta l’allevamento dei primati ma il laboratorio, pur non potendo fare nascere altri animali , può  continuare a usarli.

L’appello è  tra gli altri firmato da  Manuela Granaiola (Ufficio di Presidenza Commissione Sanità) e Silvana Amati del PD, Sandro Bondi e Michela Vittoria Brambilla di FI, Ivan Catalano e Manuela Repetti del Gruppo Misto, Serenella Fucksia (Segretaria 12° Commissione Sanità Senato) e Paola Taverna del M5S.

Un messaggio importante che sicuramente darà valore alla stessa manifestazione.

Con la nuova legge, viene riferito nella lettera inviata al Rettore, vi sarebbero ora le condizioni affinché cessi al più presto questo tipo di sperimentazione. “Tale scelta – affermano i parlamentari firmatari –  non solo metterebbe a tacere il clamore sollevato dalla vicenda dei macachi sottoposti a sperimentazione, ma anzi sarebbe un segnale positivo e lungimirante nei confronti di una pratica, la vivisezione, avversata dalla grande maggioranza dei cittadini italiani“.

Nel 1999 l’Università di Modena e Reggio Emilia è stato il primo ateneo italiano a scegliere metodi sostitutivi al posto della sperimentazione animale a scopo didattico nella facoltà di Scienze. Per questo “dopo quel primo esempio positivo – aggiungono i parlamentari – altri atenei (più del 75% delle Facoltà scientifiche italiane) hanno seguito questa strada. Anche grazie a quel primo segnale positivo, il nuovo Decreto legislativo sulla vivisezione contiene il divieto di utilizzare animali in quasi tutte le esercitazioni didattico-dimostrative“.

Per la loro liberazione Animal Amnesty  assieme a  LAV,  AnimAnimale, si troveranno domani, sabato 28 giugno, alle 15 in Largo S. Agostino a Modena per corteo nazionale per la liberazione dei macachi dell’Università di Modena.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati