tasso
GEAPRESS – Appuntamento alle  ore 16.00 di domenica alla seggiovia  al Lago della Ninfa per liberare il tasso recuperato questo inverno in mezzo alla neve  dai Volontari del Centro Il Pettirosso in collaborazione col Corpo Forestale dello Stato.

Lo sfortunato animale a causa delle alte temperature si era destato un po’ troppo presto dal suo letaergo. Di fatto era stato tratto in inganno da un sole che doveva essergli sembrato primaverile. Il tasso che aveva fatto la tana sotto al rifugio del Lago della Ninfa non aveva però fatto i conti con lo spesso strato di neve che quest’anno si è accumulato sull’appennino.

Il povero animale appariva intontito ed affamato. La neve non permetteva di trovare da mangiare al punto di presentarsi davanti alla porta del rifugio a chiedere del cibo. Purtroppo non è stato capito, tanto da essere scambiato per un animale disorientato.

Una mattina era stato così trovato in mezzo alla neve con pochissimi segni vitali; da qui la richiesta da parte del Corpo Forestale dello stato al Centro Il Pettirosso di Modena di intervento urgentemente. I Volontari  sono subito intervenuti insieme agli agenti della Forestale che facevano servizio sulle piste con le motoslitte.

Tutti lo pensavano avvelenato ma i volontari hanno subito escluso questa ipotesi pensando invece all’ipotermia sopraggiunta a causa del fatto che l’animale si presentava  pelle ed ossa. Subito portato al Centro Il Pettirosso e messo sotto terapia ha dato evidenti segni di ripresa, fino ad oggi che è in perfetta forma pronto ad arrivare al suo appuntamento con la natura in tutta libertà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati