tonno rosso III
GEAPRESS – Cinque Tonni rossi per un peso complessivo di 700 kg. Sono quelli sequestrati ieri dalla Capitaneria di Porto di Milazzo (ME) nel corso dei controlli mirati alla repressione degli illeciti in materia di pesca .

Quattro dei cinque tonni sono stati rinvenuti in uno stabilimento di Milazzo. Erano pronti per la commercializzazione. Nessuno degli animali era accompagnato da idonea documentazione. Il quinto animale   era invece stato catturato da un cosiddetto pescatore sportivo. Ai contravventori sono state contestate sanzioni amministrative per un totale di 5.000 euro. Questo in base  alla normativa nazionale in materia di pesca marittima.

Il tonno posto sotto sequestro  è stato successivamente venduto all’asta ed il ricavato destinato al pubblico erario. Il Tonno rosso (Thunnus thynnus), ricorda la Capitaneria di Porto,  è una specie ittica sottoposta ad un particolare regime di protezione da parte della comunità europea. La  cattura, infatti, è limitata a quote nazionali che ciascun paese non deve superare. La pesca del tonno può quindi essere effettuata solo da unità da pesca in possesso di  permesso speciale e nei limiti della quota assegnata. Gli animali considerati nelle quote, possono essere poi commercializzati esclusivamente se accompagnati da idonea documentazione che ne assicuri (in ogni stadio della filiera ittica) la provenienza e la tracciabilità.

La Capitaneria di Porto di Milazzo proseguirà, anche nei prossimi giorni, sotto il coordinamento dell’ 11° centro di controllo pesca della direzione marittima della Sicilia orientale, l’attività di controllo sul territorio di competenza, al fine di prevenire e reprimere ogni condotta illecita in materia di pesca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati