Tonno
GEAPRESS – Nuovo intervento della Guardia Costiera – Capitaneria di Porto di Milazzo (ME) che ha provveduto a porre sotto sequestro due Tonni rossi pari ad un peso complessivo di circa 150 chilogrammi.

I militari sono intervneuti nel corso di una attività di controllo del territorio mirata al contrasto della pesca di frodo.

La Guardia Costiera ricorda come il Tonno rosso (Thunnus thynnus) sia una specie ittica sottoposta a particolare regime di protezione dalla comunità europea. La sua cattura è limitata a quote nazionali che ciascun paese comunitario non può superare. La pesca del Tonno, riporta sempre la Guardia Costiera,  può quindi essere effettuata solo da unità da pesca in possesso di apposito permesso speciale e nei limiti della quota assegnata. Questo al fine di tutelare la conservazione della  specie. I tonni, inoltre, possono essere commercializzati esclusivamente se accompagnati da idonea documentazione che ne assicuri in ogni stadio della filiera ittica la provenienza e la tracciabilità.

La Capitaneria di Porto ribadisce in ultimo come la pesca sportiva e/o ricreativa potrà essere praticata dal 16 giugno al 14 ottobre 2015, esclusivamente dai soggetti appositamente autorizzati dall’autorità marittima competente. In questi caso il pescato non può essere commercializzato.

I controlli sul rispetto delle norme nazionali e comunitarie che disciplinano la cattura e la commercializzazione del tonno rosso e il corretto utilizzo delle reti derivanti continueranno nei prossimi giorni sull’intero territorio di giurisdizione del compartimento Marittimo di Milazzo.

Nei giorni scorsi i sequestri di Tonno si erano succeduti, oltre che a Milazzo, anche nelle città di Palermo e Marsala (TP).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati