GeaPress – Un allevamento di canarini e fauna protetta. Lo ha scoperto la Polizia Provinciale di Milano dietro segnalazione dell’ENPA.

In una cantina del quartiere Quinto Romano, gabbie con coppie di canarini, disposte in più colonne sovrapposte. Numerate ed in alcuni casi con il vano per il nido. Poi, in una delle file di gabbie sovrapposte, otto cardellini ed un lucherino. Si tratta di fringillidi protetti dalla legge. Forse i cardellini servivano per gli accoppiamenti con i canarini. Gli ibridi, infatti, acquisiscono un prezzo particolarmente elevato.

Da accertare la presenza di alcuni anelli che, a quanto pare, erano inseriti nelle zampe dei cardellini. La loro presenza attesta la lecita detenzione, se però regolarmente denunciati. Di certo gli animali in questione sono stati trasferiti all’oasi WWF di Vanzago alle porte del capoluogo lombardo.

La cantina era illuminata solo da lampade. L’assessore al ramo Stefano Bolognini ha messo in evidenza il buon intervento della Polizia Provinciale e la proficua collaborazione instaurata con l’ENPA.

Per Milano non si tratta del primo sequestro in cantina. Già lo scorso aprile un altro intervento venne effettuato ai danni di un detentore di fringillidi nei pressi di via Montenapoleone.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati