INIZIATIVA DELLA COLDIRETTI  " CIBI D' ITALIA " NEL FOSSATO DEL CASTELLO SFORZESCO
GEAPRESS – Protesta dell’ENPA di Milano in occasione della manifestazione organizzata dalla Coldiretti nel fine settimana appena concluso. Il tutto, come è noto, si è svolto presso il Castello Sforzesco di Milano. Ad avviso della Protezione Animali sarebbero stati esposti  galli, galline, asini tenuti in piccole gabbie o in recinti improvvisati. Ci sarebbero stati finanche dei passanti che, incuriositi, hanno tentato di toccare i poveri animali che, ad avviso dell’ENPA,  potrebbero essere stati sottoposti ad un inutile stress.

Le critiche dell’ENPA sono però solo in parte rivolte alla manifestazione. La disattenzione, invece, è del Comune di Milano.

Al di là dei proclami e delle dichiarazioni di intenti – ha dichiarato Ermanno Giudici, presidente ENPA Milano e Capo Nucleo delle Guardie Zoofile – per il Comune è questa l’attenzione  dimostrata nei confronti del benessere degli animali“. Il riferimento è ovviamente all’ autorizzazione rilasciata ai venditori di animali da cortile. Un evento oltretutto  patrocinato e inaugurato dallo stesso Sindaco Pisapia, alla presenza del Presidente della Regione, Maroni.

Nessuno degli addetti ai lavori del Comune di Milano – ha aggiunto Ermanno Giudici – ha preso soltanto lontanamente in esame le richieste affinchè si verificasse l’inutile presenza di commercianti di animali. Le associazioni non sono state consultate ed appare davvero assurdo mettere in vendita animali da cortile in Milano dove è vietato tenere questa tipologia di animali nelle aree non agricole. Questo, insieme a molte altre situazioni che continuano a ripetersi, denunciate più volte a mezzo stampa dalla nostra associazione, evidenziano la mancanza di una politica realmente indirizzata a volere cambiare atteggiamento nei confronti delle problematiche legate agli animali da parte di questa Giunta.”.

Da tenere presente che durante lo svolgimento della manifestazione, anche i gatti della storica colonia felina presente nel fossato del Castello Sforzesco sono stati “vittime” indifese dell’evento. Secondo l’ENPA vagavano tra bancarelle e visitatori spaventati e in cerca di un riparo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati