testa agnello
GEAPRESS – Intervento, nella giornata di domenica, degli agenti del Commissariato P.S. di Sant’Agata di Militello (ME) scaturito nell’ambito dei servizi straordinari  finalizzati alla tutela della sicurezza alimentare in vista delle festività natalizie. In tale contesto la Polizia di Stato ha sequestrato 25 capretti macellati clandestinamente ed un agnellino vivo che, a detta degli inquirenti, sarebbe stato tenuto in condizioni di maltrattamento. Il povero animale sarebbe infatti stato legato per le quattro zampe.

Quanto divenuto oggetto di sequestro è stato trovato a bordo di un veicolo fermato nel corso dei servizi eseguiti su mezzi adibiti al trasporto di alimenti e di animali. Proprio nell’ambito di  uno di questi controlli, i poliziotti del Commissariato unitamente ad una pattuglia della Polizia Stradale di Sant’Agata di Militello hanno bloccato un veicolo ove sarebbero stati occultati, all’interno di sacchi per la raccolta dei rifiuti disposti nel cassone del mezzo, 25 capretti già macellati.

I capretti sarebbero risultati di provenienza ignota, privi di alcuna tracciabilità, identificazione, marchio e controllo sanitario. Gli animali, sottoposti successivamente ad ispezione sanitaria da personale del servizio veterinario dell’ASP di Sant’Agata Militello, sono stati dichiarati non idonei al consumo umano.
Sono, quindi, scattate per i due soggetti le denunce in stato di libertà con l’accusa di ricettazione. I due, infatti, non sarebbero stati in grado di dimostrare la proprietà degli stessi animali. Le altre denunciano riguardano la macellazione clandestina, detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e infine per maltrattamento di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati