nido tartaruga II
GEAPRESS – La nidificazione da parte di una tartaruga marina Caretta caretta è avvenuta il 31 luglio intorno alle ore 1,30 in piena notte, ed è stata rilevata grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, presenti casualmente sulla spiaggia, che hanno contattato  il WWF tramite il locale Distaccamento dei Vigili del Fuoco. Dopo aver deposto le uova, la tartaruga è ritornata in mare sotto lo sguardo ancora sorpreso dei presenti.

Sul posto sono intervenuti immediatamente volontari e personale del WWF che hanno prima delimitato l’area e successivamente realizzato le necessarie protezioni a difesa del nido.

Una deposizione nella spiaggia di Tonnarella, commenta il WWF, è ormai evento non raro. L’ultimo nido risale al 2012, due anni fa.

Sebbene il nido si trova non lontano dall’area di grande interesse naturalistico, non può non rilevarsi come la tartaruga sia arriva a deporre ai bordi della carreggiata.

A prescindere da ciò, la deposizione, per i luoghi, è un evento eccezionale. A dichiararlo è Paolo Casale responsabile del Progetto Tartarughe di WWF Italia, secondo il quale questa deposizione “lascia ben sperare e conferma la necessità di continuare nell’impegno per la tutela delle tartarughe marine nel Mediterraneo”.
Il nido dal momento del ritrovamento è monitorato dai volontari del WWF del “Progetto Tartarughe” in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

Un sincero ringraziamento” ha dichiarato il Presidente dell’Associazione WWF Val di Mazara Salvatore Rallo “ va a Antonino Bonsignore che ha tempestivamente provveduto a segnalare l’evento, alla Direttrice della Riserva Naturale Integrale e Oasi WWF Lago Preola e Gorghi Tondi che ha coordinato i primi interventi, al Nucleo Provinciale delle Guardie Volontarie WWF e a tutti coloro, volontari e personale  WWF che si stanno adoperando per la tutela del nido”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati