forestale
GEAPRESS – Pesca di frodo in località Terzo Madonna a Scanzano Ionico, in provincia di Matera. Ad intervenire il Comando Stazione Forestale di Scanzano Jonico (MT) e dell’Ufficio Locale Marittimo di Policoro, che hanno riscontrato la presenza di un furgone all’interno del quale, da un’imbarcazione, si stava trasbordando del novellame di sarda, denominato “bianchetto”.

Secondo la Forestale era stato appena pescato e conservato in cassette in polistirolo, pronto per essere commercializzato.

Alla vista delle pattuglie e per evitare gli ulteriori controlli, parte del pescato è stato buttato sulla sabbia e in mare. Dalle successive verifiche, si è accertata l’illecita detenzione di esemplari di specie ittiche di taglia inferiore a quella minima, in violazione della normativa vigente. Una persona proveniente dalla provincia di Cosenza è stata così denunciata all’Autorità Giudiziaria e il novellame di sardina (Sardina pilchardus) rinvenuto nel furgone, è stato sottoposto a sequestro e contestualmente distrutto.

Si è inoltre accertato che un altro furgone, utilizzato per il trasporto del pescato, sebbene circolante, era in realtà gravato da un provvedimento di fermo amministrativo e pertanto è stato opportunamente sanzionato. La pesca abusiva, in particolar modo di novellame, crea danni irreparabili non solo alla sopravvivenza delle specie ittiche interessate, ma anche al mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema marino.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati