GEAPRESS – Tra cacce di cosiddetta selezione e gare di caccia. Sembra che ormai in Italia la fine della stagione venatoria fissata al 31 gennaio, sia una soglia del tutto virtuale. Volpi, ungualti ed altri animali si abbattono ormai quasi tutto l’anno. Poi anche le gare di caccia.

A Matera, la prossima domenica, sarà ad esempio possibile abbattere fagiani in un’area dedicata nei pressi del Parco della Murgia Materana, a circa un chilometro da Telespazio lungo la strada Matera – Ginosa. Una gara di caccia praticata con fagiani liberati.

Previsti fino a 18 partecipanti che, a partire dalle 6.00 del mattino, potranno alternarsi in turni di gara a quattro “selvatici”, in realtà animali di allevamento che dovrebbero riportare le caratteristiche di un selvatico. Un giudice di gara, disporrà il rimpiazzo di quelli abbattuti o dichiarati fuori campo.

Il tutto a pagamento per una modica cifra. Potete chiamarla come volete, dicono gli animalisti locali, ma di fatto anche ad aprile, ovvero in pieno perido di riproduzione della fauna e non molto distante dai confini dal Parco, si può evidentemente  andare in giro per sparare contro i fagiani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati