La Guardia Costiera di Marsala al fine di prevenire e reprimere ogni condotta illecita in materia di pesca e di commercializzazione del prodotto ittico a tutela dell’ambiente marino ha sequestrato un attrezzo da pesca denominato “tremaglio” posizionato in prossimità della costa e nelle vicinanze dell’imboccatura del porto di Marsala privo dei previsti segnalamenti ed una rete trainata del tipo utilizzato per la pesca a strascico per violazione delle norme comunitarie che stabiliscono l’ampiezza minima delle maglie. Il prodotto ittico sequestrato ancora in vita appartenente alle specie astice e ricci, è stato rigettato in mare.

Sono stati effettuati, altresì, controlli presso ristoranti, pescherie e venditori ambulanti, riscontrando violazioni delle normative comunitarie e nazionali inerenti etichettatura e tracciabilità del prodotto ittico, nonché riguardanti la vendita di prodotti provenienti dalla pesca ricreativa e per commercializzazione di prodotto ittico in periodo non consentito.

L’importo complessivo delle sanzioni amministrative elevate ammonta a circa 10.000 euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati