Tre verbali amministrativi per un totale di 8000 euro. Uno ai danni del proprietario di una pescheria di Marsala (TP) in quanto deteneva pesce spada (del quale ne è attualmente vietata cattura, detenzione e commercializzazione) ed altro pescato privo di rintracciabilità.

Gli altri due verbali, invece, sono ai danni di diportisti che esercitavano abusivamente l’attività di pesca finalizzata alla commercializzazione. Ad intervenire la Guardia Costiera di Marsala (TP). Tutto il pescato è stato posto sotto sequestro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati