tonno rosso
GEAPRESS – Per contrastare la pesca e la vendita illegale di tonno rosso, nell’ultimo fine settimana, la Guardia Costiera di Marsala ha condotto una serie di operazioni che hanno portato al sequestro di ben 27 esemplari interi di tonno rosso, per un peso complessivo di oltre 2,5 tonnellate.

Sarebbero state constatate una serie di violazioni, commesse da quattro diversi pescherecci, consistenti nella mancata autorizzazione alla pesca oppure, per le imbarcazioni autorizzate, nella mancata comunicazione dell’avvenuta pesca alla Guardia Costiera. Tali comportamenti, secondo i militari, rivelerebbero l’intenzione di immettere il prodotto nel circuito del mercato nero.

In altra circostanza, invece, il quantitativo totale pescato eccedeva la quota assegnata all’imbarcazione per l’anno 2016.

Al temine delle operazioni sono state contestate violazioni per un importo totale di 32.000 euro che, sottolinea la Guardia Costiera, potrebbero arrivare a 96.000 euro nel caso in cui non fossero pagate entro i termini di legge.

Tutto il quantitativo dichiarato commestibile dal medico veterinario dell’ASP è stato devoluto in beneficienza tramite il Banco Alimentare della Sicilia Occidentale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati