GEAPRESS – Nuovo intervento della Capitaneria di Porto di Marsala ai danni di pescatori abusivi di ricci di mare. Dopo i 1500 liberati nei giorni scorsi (vedi articolo GeaPress)  la nuova operazione  ha posto fine alla vendita di ben più numerosi echinodermi. Animali in questo periodo soggetti a tutela totale.

Mille euro di sanzione cadauno per i tre pescatori abusivi ed il sequestro dell’attrezzatura. Sotto sequestro anche i 3000 ricci di mare già pescati. Erano ancora vivi e per questo, grazie all’intervento della motovedetta CP2114, sono stati reimmessi in mare. Nei giorni scorsi la Capitaneria di Porto di Marsala aveva altresì sanzionato numerosi soggetti operanti nella filiera della pesca. Tra le sanzioni contestate, oltre 7000 euro per la mancanza di etichettatura e la pubblicità ingannevole, tesa cioè a vendere un pescato non corrispondende a quello in realtà esposto.

 © Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati