vitelli
GEAPRESS – Una vicenda che è finita su tutti i giornali. Perquisizioni effettuate nel mantovano, tra il capoluogo, Pegognaga, Suzzara, Motteggiana, Gonzaga e nel Reggiano, a Reggiolo, Rubiera e Gattatico, oltre che in provincia di Padova, Brescia, Parma, Sondrio, Torino e Cuneo. Un’inchiesta, riferisce l’On.le Zanoni nel suo comunicato, che sembra allargarsi. Il fenomeno al centro delle indagini riguarderebbe il presunto giro di vitelli e maiali che sarebbero stati gonfiati con i farmaci. Molte decine gli indagati che riguarderebbero anche la professione veterinaria e quella degli allevatori.

L’invito dell’On.le Zanoni è ora rivolto alle associazioni dei consumatori, oltre che alle associazioni animaliste. Costituirsi Parte Civile nel processo che sarà intentato. Zanoni, intanto, annuncia di ricorrere innanzi alla Commissione europea.

La Procura della Repubblica di Mantova prosegue intanto le indagini sugli animali che sarebbero stati dopati con farmaci. Ai numerosi indagati se ne aggiungo ancora molti altri nel mantovano.  Di certo un’operazione in grande stile, iniziata nel giugno 2013 e denominata “Muttley”. A seguirla  è il Corpo Forestale dello Stato della Lombardia e dell’Emilia Romagna. Su Mantova l’intervento del Comando Provinciale, con il coordinamento della Procura della Repubblica guidata da Antonino Condorelli.

L’eurodeputato Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare e vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo si è complimentato con gli inquirenti augurandosi che la pena sia nel caso esemplare. “Invito le associazioni dei consumatori – ha concluso l’On.le Zanoni- come Adiconsum, Adoc, Adusbef, Acu, Altroconsumo, Codacons, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori a costituirsi parte civile perché questi truffatori hanno messo a rischio la salute di migliaia di cittadini. Rivolgo lo stesso invito alle associazioni ENPA e LAV perché oltre alla salute pubblica, questi figuri hanno speculato su poveri animali aggiungendo sofferenza a esseri viventi che purtroppo hanno già il destino segnato“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati