GEAPRESS – Lunedi 15 aprile presso l’Oasi WWF Lago Salso di Manfredonia, il Centro Studi Naturalistici Onlus effettuerà il rilascio di falchi Grillai (Falco naumannii). Si tratta di uno dei rapaci più rari d’Europa che però nell’area della Murgia, tra Puglia e Basilicata, conserva una delle popolazioni più numerose. Fino a pochi anni addietro nei luoghi la specie era quasi del tutto scomparsa contando appena una decina di coppie nidificanti. Oggi, grazie anche alle attività avviate con il progetto Life Rapaci del Gargano, il numero di esemplari è rapidamente aumentato lasciando ben sperare per il futuro.

Il rilascio dei piccoli e  rari rapaci (appena  35 cm di lunghezza per 60-70 di apertura alare) è avviata ormai da sei anni e rappresenta una delle attività di ripopolamento più importanti d’Italia.  In particolare  la popolazione di falco Grillaio è aumentata nella Provincia di Foggia, raggiungendo la presenza ormai stabile di oltre dieci colonie. Un fatto che lascia presagire un futuro migliore per un animale utile all’uomo.

Nutrendosi  prevalentemente di insetti come le cavallette, infatti, è un valido alleato per la lotta biologica in agricoltura. Il nome stesso del rapace, spiega il Centro Studi Naturalistici onlus,  è infatti dovuto al fatto di  nutrirsi prevalentemente di cavallette ed altri piccoli insetti. Una presenza da proteggere, dunque, sebbene a livello internazionale stia subendo un drastico declino.

A settembre un altro importanto appuntamento. Quello della migrazione. Tutti in partenza verso le aree a sud del Sahara.  I Grillai torneranno poi ad aprile per nidificare, ci si augura sempre più numerosi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati