gheppio
GEAPRESS – Continua la caccia autunnale a Malta, nonostante le richieste dei protezionisti di sospenderla. Continuano, altresì, gli abbattimenti di animali appartenenti a specie protette.

Ne da comunicazione Birdlife Malta che sottolinea l’elevato numero di uccisioni nel solo primo mese di apertura. A sentire i protezionisti si tratterebbe di un vero e proprio tiro alle specie protette. Un fenomeno che ha ormai raggiunto livelli allarmanti.

Nei giorni scorsi, infatti, sono stati uccisi altri uccelli appartenenti all’avifauna protetta. Il numero totale raggiunto per la stagione autunnale di caccia, è così di 31 esemplari. Tra ieri ed oggi, i volontari di BirdLife Malta hanno assistito alla “sparatoria” contro quattro Falchi gheppio. Vi è stato poi il caso di un airone cenerino, un altro gheppio e due balestrucci, tutti centrati ed uccisi dai colpi di fucile.

Feriti ed osservati ancora in volo, un Falco pescatore ed un Falco di palude.

Per Birdlife Malta, quanto successo, è dovuto anche alla mancanza di azione da parte delle autorità locali. Il Governo, in particolare, avrebbe dovuto sospendere la stagione venatoria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati