fenicottero sparato cop
GEAPRESS – Insolito passaggio di giovani fenicotteri, quello che si è registrato nel corso della scorsa settimana nell’arcipelago maltese. Animali che in alcuni casi, probabilmente debilitati dal lungo volo migratorio disturbato da una tempesta, sono stati ritrovati in mare. Da rilevare, a tal proposito, come anche in Italia si sono avuti alcuni casi di giovani fenicotteri trovati sfiniti lungo le coste. Due giovani, infatti, sono stati recentemente trovati nelle coste calabresi e ricoverati al CRAS di Catanzaro.

A Malta, però, le cose sono andate diversamente. Patria di uno dei più alti numeri di cacciatori al mondo per superficie di territorio, oltre che delle cacce primaverili e di quelle ancor prima del sorgere del sole, l’arcipelago al centro del  mediterraneo non poteva far mancare una notizia tutta sua. Questo alla luce dei tanti episodi di bracconaggio che caratterizzano le isole maltesi.

La polizia di quel paese, indagando proprio sulla morte di un fenicottero, ne ha così trovato uno in un congelatore di un abitante di Kercem. Si pensava dovesse trattarsi dell’animale segnalato, ed invece era un altro fenicottero ancora. Ucciso anch’esso e surgelato. Non è da escludere che i poveri animali servissero per il mercato della tassidermia. Recentemente, alcuni trafficanti maltesi, sono stati fermati dall’autorità di polizia italiana, nel corso di uno scalo nell’aeroporto milanese di Linate. Provenivano dal sud america ed avevano le borse piene di uccelli rari ormai eviscerati (vedi articolo e VIDEO GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati